Compiti dell’RTD

In ottemperanza agli obblighi normativi contenuti nell’art.17 del CAD in tema di nomina del Responsabile della transizione Digitale, accertata la sussistenza dei requisiti per svolgere le funzioni di Responsabile della transizione digitale, in relazione alle maturate competenze e capacità essenziali tecnologiche, di informatica giuridica e manageriali, il Comune di Messina ha nominato, con Decreto sindacale n°33 del 11-09-2020, il responsabile della Transizione Digitale, dott. Placido Accolla, con successiva pubblicazione sull’indice delle pubbliche amministrazioni (IPA – www.indicepa.gov.it) e sul sito istituzionaledell’Amministrazione.

Al fine di garantire che tutte le Pubbliche Amministrazioni attuino le linee strategiche definite dal Governo per la digitalizzazione dell’amministrazione, l’Art 17 del Codice dell’Amministrazione digitale (CAD) instaura la figura del “Responsabile per la transizione digitale” RTD.

Nel rispetto delle normative di riferimento CAD e Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione RTD deve:

Definire e aggiornare gli obiettivi strategici IT pluriennali dell’Amministrazione

Individuare la baseline per l’Amministrazione degli indicatori di raggiungimento degli obiettivi fissati nel Piano Triennale e predisporre le azioni per il raggiungimento dei target annuali.

Predisporre una pianificazione pluriennale delle iniziative ICT a supporto

Razionalizzare la domanda ICT dell’Amministrazione evolvendo l’offerta dei servizi digitali e delle piattaforme trasversali


All’ufficio del RTD sono attribuiti i compiti di:

  • coordinamento strategico dello sviluppo dei sistemi informativi di telecomunicazione e fonia;
  • indirizzo e coordinamento dello sviluppo dei servizi, sia interni sia esterni, forniti dai sistemi informativi di telecomunicazione e fonia dell’amministrazione;
  • indirizzo, pianificazione, coordinamento e monitoraggio della sicurezza informatica relativamente ai dati, ai sistemi e alle infrastrutture anche in relazione al sistema pubblico di connettività;
  • accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici e promozione dell’accessibilità;
  • analisi periodica della coerenza tra l’organizzazione dell’amministrazione e l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione…;
  • cooperazione alla revisione della riorganizzazione dell’amministrazione;
  • indirizzo, coordinamento e monitoraggio della pianificazione prevista per lo sviluppo e la gestione dei sistemi informativi di telecomunicazione e fonia;
  • progettazione e coordinamento delle iniziative rilevanti ai fini di una più efficace erogazione di servizi in rete a cittadini e imprese mediante gli strumenti della cooperazione applicativa tra PA…; promozione delle iniziative attinenti l’attuazione delle direttive impartite dal Presidente del
  • Consiglio dei Ministri o dal Ministro delegato per l’innovazione e le tecnologie;
  • pianificazione e coordinamento del processo di diffusione, all’interno dell’amministrazione, dei sistemi di identità e domicilio digitale, posta elettronica, protocollo informatico, firma digitale…;
  • pianificazione e coordinamento degli acquisti di soluzioni e sistemi informatici, telematici e di telecomunicazione, al fine di garantirne la compatibilità con gli obiettivi di attuazione dell’agenda digitale e, in particolare, con quelli stabiliti nel piano triennale.
X